Tutorial

Occorrente:

 

- Ago Modano;

- Ferro ( dal n. 4 in sù, lunghezza 15-20 cm);

- Filato (Cordonetto);

- Spillo. 

Il nodo


E' possibile vedere il video dell'esecuzione del nodo cliccando qui.

 

Tagliare un filo "ausiliario"(cappio) lungo 60 cm circa e legarlo alla spalliera della sedia con un nodo "catenella" (vedi fig. 1-2);


foto 1
foto 1
foto 2
foto 2

Riempire il modano;

Legare l'estremità del filo del modano con il cappio facendo un nodo semplice, accavallando due volte (vedi fig. 2a);

foto 2a
foto 2a

Con la mano sinistra prendere il ferro parallelo all'indice e al medio, tenerlo fermo con il pollice, far passare il filo sopra il ferro e in mezzo alle due dita e formare un anello bloccandolo con il pollice, con il filo del modano girare intorno alla mano e infilare il modano tra le due dita di traverso, da sinistra verso destra, dal basso verso l'alto, passandolo dal cappio (vedi fig. 3);

foto 3
foto 3

Tirare il filo, e nel frattempo estrarre il medio, alzare il pollice tenendo fermo il più possibile il mignolo, l'indice si posa sul nodo formato sopra l'ago allineandolo al primo nodo (vedi fig. 4-5-6).

foto 4
foto 4
foto 5
foto 5
foto 6
foto 6

Lavorazione in tondo

 

Per rendere più facile l'esecuzione della lavorazione in tondo ho registrato 3 video (Parte 1 - Parte 2 - Parte 3).

 

Prendere il modano, lasciare dall'estremo un filo lungo circa due volte il raggio del centrino, tale filo è chiamato "filo di collegamento" o "filo di timone";

Eseguire nel cappio diversi punti a seconda del centrino da realizzare (vedi fig. 7-8);

foto 7
foto 7
foto 8
foto 8

Sciogliere il punto catenella (vedi fig. 9) ed estrarre il ferro;

foto 9
foto 9

Accavallare le due estremità del cappio facendo in modo che il filo del modano si trovi a sinistra (vedi fig. 10 -11);

foto 10
foto 10
foto 11
foto 11

Legare il cappio alla spalliera della sedia in modo che il filo superiore vada sopra e il filo inferiore vada sotto (vedi fig. 12);

foto 12
foto 12

N.B. Da ora in avanti il centrino ruoterà all'interno del cappio (vedi fig. 13).

(Tale modo di eseguire i punti permette di ottenere maggiore precisione nell'esecuzione, non ho trovato riviste e libri che svelano tale segreto, a me è stato insegnato oralmente).

foto 13
foto 13

Infilare il ferro nell'ultima e nella prima maglia facendo in modo che il filo del modano si trovi sopra il ferro e il filo di collegamento sotto (vedi fig. 14);

foto 14
foto 14

Accavallare due volte il filo del modano con il filo di collegamento, si ottiene il cosiddetto "nodo di collegamento"(vedi fig. 15-16);

foto 15
foto 15
foto 16
foto 16

In questo modo si è concluso il primo giro.

Eseguire gli altri giri nella stessa maniera (vedi fig. 17).

foto 17
foto 17

Ho chiamato "Stellina" questo piccolo centrino, se volete provare a realizzarlo seguite questa descrizione:

stellina
stellina

occorrente:

filato: cotone n. 16,

asticciole: cm 1 e cm 0,5

 

1°giro: Avviare 19 maglie con l 'asticciola da 1 cm, la 20° maglia si forma chiudendo con il filo di collegamento.

2°-3° giro: Asticciola 0,5 cm lavorare le maglie lisce.

4° giro: Asticciola 1 cm, nella maglia di collegamento fare 5 maglia pendenti, *saltare 1 maglia e nella maglia successiva eseguire 5 maglie pendenti *, ripetere da *---*.

5°-8° giro: Asticciola 0,5 cm lavorare maglie lisce.

9° giro: eseguire 3 maglie lisce, *prendere insieme 2 maglie e chiudere con un nodo, 4 maglie lisce*, ripetere da *---*

10° giro: Asticciola 1 cm, lavorare tutte le maglie lisce, nell'ultima maglia fare un doppio nodo.

 

Spillare il centrino su un foglio di polistirolo di spessore di almeno 2 cm.

Spruzzare l'appretto spray e lasciarlo asciugare bene.

 

.....Buon Lavoro....

Scrivi commento

Commenti: 18
  • #1

    oxana (venerdì, 19 agosto 2011 09:30)

    Cara Enza! Tutti Vostri lavori e meravigliosi! Voi siete una grande artista!Grazia per spiegazioni dettagliate. Buona fortuna!

  • #2

    Enza Termine (lunedì, 19 settembre 2011 16:08)

    Grazie Oxana, sei troppo gentile!
    Buona fortuna anche a te.

  • #3

    maria de turconi (mercoledì, 21 settembre 2011 22:20)

    enza muchas gracias por tu enseñanza,saludos cariñosos maria

  • #4

    emanuela losco (lunedì, 27 febbraio 2012 09:46)

    Ciao io sto iniziando adesso con il modano ma mi sono sempre piaciuti i centri circolari e i tuoi sono meravigliosi. Seguirò le tue indicazioni anche se non ho nessuna rivista dove copiare queste meraviglie, quella di mani di fata è ancora reperibile che tu sappia?
    Ti seguirò con molto interesse
    Ciao Emanuela

  • #5

    Enza Termine (martedì, 28 febbraio 2012 18:01)

    Ciao Emanuela, benvenuta nel mondo del filet in tondo.
    Grazie per i complimenti, purtroppo la rivista non è più reperibile.Per iniziare puoi fare benissimo il piccolo centrino "stellina" se trovi difficoltà non esitare a contattarmi ti darò volentieri una mano.
    un caro saluto
    Enza

  • #6

    giovanni (domenica, 01 aprile 2012 07:52)

    da tanti anni so fare la rete, ma la mia curiosità x questo tipo di lavoro è stata forte, adesso tutto mi è kiaro, appena ho tempo provo e ti farò sapere.... GRAZIE!!!

  • #7

    Sandra (mercoledì, 11 luglio 2012 02:07)

    Obrigada pelo tutorial, ajudou-me muito.
    Grande abraço!

  • #8

    Silvia69 (sabato, 18 agosto 2012 10:31)

    Ciao Enza!
    Il tuo tutorial è chiarissimo: finalmente ho capito dove sbagliavo e perché i miei tentativi di filet in tondo finivano sempre con il diventare della forma di un vulcano anche seguendo dettagliatamente le spiegazioni: il segreto è nel lavorare all'interno del cappio!!!
    Apeena avrò finito i lavoretti che sto facendo ci riproverò, seguendo le tue spiegazioni.
    Grazie enza e complimenti per i tuoi lavori: hai molto buon gusto nello scegliere i disegni e i colori!
    Ciao e buon lavoro!

  • #9

    Enza Termine (lunedì, 01 ottobre 2012 22:00)

    Ciao Silvia, che piacere leggerti!
    Sono contenta di sapere che il tutorial sia utile.
    Aspetto allora un tuo centrino.
    Cmq, se hai bisogno sono qui.....
    Grazie per i complimenti sei troppo buona.

  • #10

    loretta (venerdì, 08 febbraio 2013 23:31)

    stupendi lavori. Come mi piacerebbe imparare! Complimenti x i meravigliosi centri.

  • #11

    Enza Termine (domenica, 10 febbraio 2013 22:37)

    Grazie!!!
    Perchè non provi? Ho fatto dei video per aiutarvi nei passaggi.....,
    se hai difficoltà fatti sentire.
    ciao

  • #12

    giovanna (martedì, 14 aprile 2015 20:06)

    Non ci credo....c'è qualcuno con cui posso condividere la mia passione....qui dove vivo li sanno fare io e la mia maestra....sono contentissima

  • #13

    Enza Termine (martedì, 21 aprile 2015 23:10)

    Ciao Giovanna, ho risposto alla tua mail l'hai ricevuta? Non ho come contattarti!!

  • #14

    Paola (giovedì, 26 maggio 2016 11:04)

    Sei bravissima , per questo voglio comprare il tuo libro , ma ho paura che per me non sia sufficiente .So fare bene la rete e alcuni tipi di ricamo , ma con le misure delle asticelle sono imbranata . Si trovano in commercio , della misura desiderata ? Io uso di tutto ma non ci sono le misure .
    Grazie per la tua disponibilita'

  • #15

    Enza (giovedì, 26 maggio 2016 14:43)

    Ciao Paola, grazie per i complimenti.
    Ho risposto alla tua mail.... aspetto tue notizie.

  • #16

    Rosanna Faviere (mercoledì, 03 maggio 2017 22:01)

    Ciao Enza, intanto ti ringrazio per la tua disponibilità e gentilezza, poi ti faccio i miei più sinceri complimenti, sei una vera artista, che realizza centri particolari di squisita fattura. Sai quanto mi piacciono i lavori manuali, ma questa tecnica non la conoscevo e solo guardando il tuo video, mi sono resa conto del grande lavoro che c'è dietro un bel centrino a modano. Grazie per aver reso partecipi tutti di un'arte tanto antica quanto bella. So fare l'uncinetto, un po di chiacchierino ad ago, il punto a croce, ma la tua tecnica è qualcosa di unico e anche difficile, per me, dubito che riuscirò mai. Un abbraccio, carissima!

  • #17

    Maria Fialho (domenica, 21 maggio 2017 13:34)

    Por favor entre em contato comigo pelo amor de Deus

  • #18

    Enza (domenica, 21 maggio 2017 21:40)

    Ciao Maria, ti ho risposto, spero che il tuo indirizzo email sia corretto.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti